Categorie
Lievito naturale

Creare la pasta madre

La pasta madre sembra una cosa da alchimisti, e in fondo un po’ è vero… Ma voglio spiegarti come sono riuscita a creare la mia prima pasta madre (dopo un primo fallimento) e darti 2 consigli: non desistere e non essere impaziente!

Condividi

E’ da un po’ che volevo cimentarmi di nuovo con la pasta madre, dopo il tentativo fallimentare dello scorso anno (con il senno di poi devo però ammettere che forse sono stata troppo affrettata nel decretare il fallimento dell’esperimento, viste le tempistiche ridotte che gli avevo concesso).
Ora voglio spiegarti come ho creato la mia prima pasta madre. Il consiglio che ti do è: non desistere e non essere impaziente!
pasta madre fase 1 primo impasto

Giorni 1-2 – Impasto base

100 gr di farina
100 gr di acqua
1 cucchiaio di miele
Lavora bene e lascia riposare 48 ore coperto da un canovaccio in un luogo al riparo da correnti e ad una temperatura di compresa tra i 20 e i 30 gradi. Se in 24 ore non succede nulla, aggiungi due cucchiai di farina, mescola e lascia riposare altre 24 ore.

Giorno 3 – Primo rinfresco

La pasta dovrebbe presentare qualche bolla in superficie. Aggiungi 100 gr di farina + 50 gr di acqua, mescola e lascia riposare 24 ore coperto da un canovaccio in un luogo al riparo da correnti e ad una temperatura di compresa tra i 20 e i 30 gradi.
pasta madre secondo rinfresco

Giorno 4 – Secondo rinfresco

La pasta dovrebbe presentare parecchie bolle ed avere un odore acido, simile allo yogurt. coperto da un canovaccio in un luogo al riparo da correnti e ad una temperatura di compresa tra i 20 e i 30 gradi.

Giorno 5 – Terzo rinfresco

La pasta inizia a formare una lieve crosticina, al di sotto della quale ci sono degli alveoli umidi. Il volume aumenta visibilmente tra un rinfresco e l’altro. Aggiungi 100 gr di farina + 50 gr di acqua, mescola e lascia riposare 24 ore coperto da un canovaccio in un luogo al riparo da correnti e ad una temperatura di compresa tra i 20 e i 30 gradi.
pasta madre pronta per la panificazione

Giorno 6 – Quarto rinfresco

La maglia degli alveoli dovrebbe essere sempre più fitta e la crescita del volume consistente (io l’ho trovata che straboccava dal contenitore, come una specie di blob!). Aggiungi 100 gr di farina + 50 gr di acqua, mescola e lascia riposare 24 ore coperto da un canovaccio in un luogo al riparo da correnti e ad una temperatura di compresa tra i 20 e i 30 gradi.

Quando la pasta madre – a temperatura ambiente – raddoppia di volume ogni 4-5 ore, è pronta per la panificazione. Per conservarla riponila in frigo e rinfrescala almeno una volta a settimana per mantenere in vita i lieviti.

Condividi

7 risposte su “Creare la pasta madre”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *