Categorie
Primi piatti

Risotto cremoso alle ortiche

L’ortica è nota per le sue doti depurative, diuretiche, tonificanti e ricostituenti. Il suo gusto deciso e leggermente amarognolo si armonizza benissimo nei risotti, perché grazie al burro il suo gusto viene mitigato.

Condividi

L’ortica è nota per le sue doti depurative, diuretiche, tonificanti e ricostituenti. Il suo gusto deciso e leggermente amarognolo si armonizza benissimo nei risotti, perché grazie al burro il suo gusto viene mitigato.

Va raccolta necessariamente con i guanti. Le foglie, una volta lavate con cura in acqua fredda, perdono però buona parte delle sostanze irritanti.

Risotto cremoso alle ortiche

Ingredienti per 4 persone

320 g di riso vialone nano o carnaroli
200 gr di ortiche (principalmente le cime)
1 cipolla bianca
mezzo bicchiere di vino bianco secco
olio
sedano, carota e cipolla + acqua di cottura delle ortiche per brodo vegetale
burro per mantecare
parmigiano grattugiato
sale, pepe

Preparazione

Lava accuratamente le ortiche, lessale per pochi minuti in acqua salata, quindi scolale avendo cura di tenere da parte l’acqua di cottura.
Taglia finemente la cipolla, lasciala appassire in un tegame con poco olio, quindi unisci le ortiche lessate e il riso, lascia tostare, quindi sfuma con il vino bianco e lascia evaporare a fuoco vivace.
In un altro tegame lascia sobbollire carote, sedano, cipolla ed acqua di cottura delle ortiche. Utilizza il liquido per portare a cottura il riso, aggiungendone un mestolo di tanto in tanto.
A cottura ultimata manteca con il burro e un po’ di parmigiano grattugiato.

Condividi

2 risposte su “Risotto cremoso alle ortiche”

Ciao sono Laura, blogger alle prime armi. anzi primissime… non andare nemmeno a vederlo il mio blog. l’ho aperto da pochissimo e ci sono giusto un paio di ricette. ti scrivo a proposito del tuo risotto alle ortiche. Ho sempre voluto provare a farlo. La ricetta di mio padre a differenza della tua vede un soffritto di porro e cipolla. E poi ci mette la pancetta … personalmente io ci metterei lo speck. Puoi dirmi secondo te come è meglio? Con pancetta, con speck, o vegetariano. A breve lo inserirò nelle mie ricette ma non so proprio che versione mettere…
Pensa che l’idea del blog mi venuta vedendo il tuo 😉
Ciao ciao da Laura

Ciao Laura
anzitutto mi fa piacere averti ispirato a creare un tuo blog di cucina … vedrai, è bellissimo poter sperimentare e condividere le ricette sul web! Detto questo, la mia è una versione vegetariana, mi piace provare a fare dei piatti gustosi senza dover necessariamente mettere degli ingredienti animali. Personalmente, se dovessi inserire un elemento sapido, metterei lo speck anch’io, lo preferisco di gran lunga alla pancetta. Magari prova a tagliarlo a striscioline sottili rese croccanti in padella e ad aggiungerlo come decorazione finale! Poi fammi sapere come viene!
In bocca al lupo per questa tua nuova esperienza!!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *