Categorie
Secondi piatti

Il pollo che si crede un tonno (e si taglia con un grissino)

Il titolo nasce dopo averlo mangiato… siccome è venuto morbidissimo, al punto di rendere quasi superfluo l’uso del coltello, ho ben pensato di riesumare il pay-off di una nota pubblicità di qualche anno fa.

Divagazioni a parte, la ricetta che vi presento è di un pollo al limone cotto al forno anziché nel wok, con pochissimi grassi aggiunti. La preparazione rimane molto gustosa, fresca e leggera e si accompagna perfettamente a verdure cotte al vapore o in saltate in padella (come le zucchine che vedete sullo sfondo).

pollo al limone cotto al forno

Ingredienti per 4 persone

800 gr di petto di pollo intero
1 cucchiaio di salsa di soia
1 limone biologico intero (buccia + succo)
1 cucchiaio di timo (meglio fresco)
1 spicchio d’aglio
olio extra vergine
sale e pepe

Preparazione

Taglia il pollo in pezzi di 4-5 cm e ponilo in una casseruola. Grattugia la buccia del limone dopo averlo accuratamente lavato e spremilo. Unisci le due cose al pollo, insieme a 2-3 cucchiaini d’olio, il timo, la salsa di soia, una macinata di pepe ed uno spicchio d’aglio schiacciato. Lascia marinare per una ventina di minuti.

Nel frattempo scalda il forno a 200°C, prendi una pirofila capiente, rivestila con la carta da forno e poni dentro i bocconcini di pollo. Regola di sale e infila nel forno per 25 minuti circa.

Una volta cotto, tiralo fuori dal forno, disponilo sui piatti e versa sopra il liquido di cottura.
Servi caldissimo… magari accompagnato con delle verdure e… un grissino 😀 !

Condividi

1 risposta su “Il pollo che si crede un tonno (e si taglia con un grissino)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *