Categorie
Antipasti

Sformatini di zucca al limone e rosmarino

Questi sformatini di zucca e cipolle possono essere un antipasto originale per il periodo invernale o anche un secondo piatto vegetariano non eccessivamente ricco di calorie, ma molto gustoso ed aromatico per via del limone e del rosmarino.
Se non amate la ricotta, potete scegliere anche un altro formaggio a pasta molle in sostituzione, come per esempio stracchino o robiola.

Condividi

Sformatini di zucca al limone e rosmarino Ingredienti per 8-10 sformatini

700 gr di polpa di zucca
2 cipolle rosse grandi
250 gr di ricotta
3 cucchiai di parmigiano
2 uova
1 cucchiaio di amido di mais
la buccia grattugiata di un limone
un cucchiaino di rosmarino tritato
sale, pepe e noce moscata

Preparazione

Taglia la cipolla a fettine sottili e lasciala stufare con un po’ d’olio in una padella capiente (io ho usato il wok), quindi unisci il rosmarino tritato finemente.
Pulisci la zucca, privala della buccia e dei semi e tagliala a cubetti di 1 cm circa, quindi uniscila alla cipolla. Lascia cuocere per altri 15 minuti. aggiustando di sale a metà cottura. Se dovesse essere necessario, aggiungi poca acqua di tanto in tanto, prestando attenzione a far evaporare completamente il fondo di cottura al termine. Frulla il tutto e lascia intiepidire.
In una ciotola sbatti le uova, aggiungi un pizzico di sale, la buccia del limone, il parmigiano, la ricotta, l’amido di mais ed una grattugiata di noce moscata. Mescola con cura fino ad ottenere un composto liscio e spumoso, quindi incorpora anche la zucca frullata.
Imburra degli stampini (alluminio, silicone o porcellana, o usa e getta), infarinali, quindi versa il composto, riempiendoli per 3/4.
Cuoci in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti, quindi abbassa a 160° e lascia cuocere per altri 10 minuti circa. Gli sformatini devono colorirsi bene in superficie e alla prova “stuzzicadenti” devono risultare bene asciutti anche all’interno.
Puoi sformarli o servirli direttamente nello stampino dopo averli fatti riposare una decina di minuti ed accompagnarli – se vuoi – con una salsina di pecorino o gorgonzola, che danno un tocco di sapidità in più ad una preparazione a tendenza dolce.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *